Il Bicchiere Innovativo

Il bicchiere/bottiglia innovativo di Fabio Benetti

Fabio Benetti è il titolare di una azienda artigiana operante nel settore metalmeccanico e qualche anno fa si è rivolto a Veneto Innovazione, referente regionale di Enterprise Europe Network per il trasferimento di tecnologia, per presentare un’idea per cui aveva da poco tempo depositato una domanda di brevetto internazionale. Si trattava di una bottiglia con apertura sul fondo che girata assumeva le sembianze e la funzionalità di un bicchiere. Il tappo infatti, una volta rovesciata la bottiglia e tolto, poteva essere applicato all’estremità del collo chiuso diventando così il supporto d’appoggio del bicchiere. Dato che il mercato applicativo dell’invenzione era diverso da quello a cui normalmente si rivolgeva la sua attività imprenditoriale, Fabio Benetti decise di chiedere aiuto a Veneto Innovazione nell’identificazione di potenziali licenziatari internazionali. Grazie al supporto di un referente statunitense di Veneto Innovazione, esperto in proprietà intellettuale , si identificarono subito dei potenziali partner negli Stati Uniti e in Nuova Zelanda ma ci si dovette immediatamente fermare.

Nel frattempo, infatti, il primo rapporto della WIPO (l’Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale) comunicò che esisteva un precedente deposito risalente al 1938 che vanificava la sua richiesta di privativa e di comune accordo si decise di interrompere la ricerca partner per evitare di suggerire l’idea ad aziende che avrebbero a quel punto potuto utilizzare la tecnologia liberamente senza dover rendere conto a nessuno.

Grazie al riconoscimento ricevuto alla Fiera “Geneve Inventions” dell’ aprile 2010, Fabio Benetti ha continuato nel suo progetto con maggior entusiasmo tanto da ricevere il premio come “Miglior creatività italiana nel mondo” dalla Delegazione Italiana presieduta da Loredana Gulino – presidente Ufficio Italiano Brevetti e Marchi – e la medaglia d’oro assegnata dalla Giuria Internazionale.

L’indole imprenditoriale di Benetti non lo fece scoraggiare e, seguendo i suggerimenti dell’Ing. Marco Gorini di Veneto Innovazione, iniziò ad analizzare il precedente brevetto cercando di capire come migliorarlo, anche a fronte dell’enorme progresso tecnologico avvenuto nel frattempo e che avrebbe sicuramente permesso di adottare alcune modifiche. Con una visione più chiara, data da una rapporto di anteriorità ad ampio spettro, Fabio Benetti sviluppò subito delle modifiche sostanziali della bottiglia, anche legate al processo di produzione e di imbottigliamento, e iniziò a curare anche la capacità distintiva che avrebbe potuto assicurare una tutela più efficace e una miglior valorizzazione sul mercato. L’intenzione non era più solo quella di dare in licenza il brevetto ma di investire avviando una specifica attività imprenditoriale per la produzione della bottiglia e della sua commercializzazione internazionale oltre che all’avvio di eventuali accordi di licenza con partner stranieri. Benetti ha quindi ripresentato  una domanda di brevetto internazionale ottenendo una risposta pienamente positiva e ha registrato il design e un relativo marchio. Parallelamente Veneto Innovazione ha continuato ad informare Fabio Benetti su tutte le opportunità regionali, nazionali ed europee che di volta in volta si presentavano. Dopo un convegno organizzato nell’ottobre 2011 da Veneto Innovazione su un bando nazionale per brevetti e disegni industriali, Fabio Benetti presentò domanda per la valorizzazione del Design riuscendo ad ottenere i finanziamenti. Sempre grazie a Veneto Innovazione e alla rete Enterprise Europe Network Fabio Benetti è adesso in fase di negoziazione con dei potenziali licenziatari in Gran Bretagna e negli Stati Uniti.

This entry was posted in EEN and tagged , , . Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>