I premiati di Start Cup Veneto 2013

La “Start Cup Veneto 2013” è giunta alla fase finale. La competizione per la migliore idea d’impresa espressa in forma di business plan organizzata dalle Università di Padova, Ca’ Foscari Venezia e di Verona con il finanziamento della Fondazione Cariparo, ha premiato inell’Aula Magna “Gino Tessari” a Verona i cinque gruppi la cui idea è stata giudicata la più innovativa e con le maggiori potenzialità di successo imprenditoriale.
108 gruppi, con un coinvolgimento di 540 persone, hanno presentato quest’anno la business idea al comitato organizzativo di Start Cup. Di questi i dodici considerati più validi hanno superato la prima tappa, conclusasi a giugno, e hanno ricevuto un “angelo”, ovvero una personalità di spicco del mondo imprenditoriale, che li ha aiutati nell’elaborazione del business plan finale. I vincitori riceveranno premi in denaro rispettivamente di 10.000, 5.000, 3.000, 2.000 e 1.000 euro, un punto di partenza per costituire un’impresa start-up con base nel territorio regionale.
I vincitori continueranno la sfida, insieme ai progetti finalisti delle altre Start Cup locali a Genova dove il 31 ottobre avrà luogo il Premio Nazionale per l’Innovazione e verranno premiati i migliori “progetto dell’anno” in ognuna delle quattro categorie di premiazione (Life Sciences, ICT – Social Innovation, Agrifood-cleantech e Industrial).

Ecco i vincitori:
1° classificato: EXIM, gruppo del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Padova che propone un esoscheletro, ossia  un dispositivo meccatronico attivo progettato per la riabilitazione motoria di soggetti disabili e in tal modo restituire loro autonomia, ad esempio per soggetti affetti da lesioni del midollo spinale, sclerosi multipla, SLA o morbo di Parkinson. Premio 10.000 euro.

2° classificato: TOOTEKO, gruppo dello IUAV che ha ideato un sistema che trasforma i modelli tattili delle opere d’arte, utilizzati da non vedenti e ipovedenti, integrando l’esperienza tattile con la fruizione di contenuti audio. Premio 5.000 euro.

3° classificato: Caricar, gruppo del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Padova il cui progetto riguarda un innovativo distributore wireless di ricariche per auto elettriche basato sulla creazione di un campo magnetico che non implica la sosta dei mezzi. Premio 3.000 euro.

4° classificato: USAI la Tastiera, gruppo dell’Università di Verona con una nuova tastiera musicale brevettata che rende immediato l’apprendimento e l’esecuzione degli accordi anche ai neofiti, richiedendo una sola posizione della mano. Premio 2.000 euro.

5° classificato Surus Biotech, gruppo del Dipartimento di Scienze del Farmaco dell’Università di Padova che ha proposto un kit diagnostico e prognostico per il monitoraggio di marker tumorali caratterizzato da semplicità e completezza dei risultati producibili creando una vera e propria mappa diagnostica. Premio 1.000 euro.

C. Z.

This entry was posted in Startup, Università and tagged , , . Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>