Progetto “Digital Angels”. Zorzato: studenti esperti in nuove tecnologie inseriti nelle PMI venete

“L’Agenda Digitale del Veneto è uno strumento in progress e riteniamo di essere a buon punto nella sua realizzazione. E’ un mosaico composto da tanti tasselli, ma uno dei più interessanti è il progetto “Digital Angels” che la Regione promuove per l’inserimento nelle PMI venete di giovani laureandi, dotati di qualificate competenze digitali, per aiutarle a superare una situazione di ritardo nell’utilizzo delle nuove tecnologie”. Così il vicepresidente della Regione e assessore all’informatizzazione Marino Zorzato ha presentato oggi a Palazzo Balbi, a Venezia, l’avvio del progetto “Digital Angels”, intervento innovativo per aumentare la competitività delle PMI venete e le competenze digitali degli addetti e favorire così l’ingresso delle piccole e medie aziende nel mondo dell’economia digitale.

Con l’occasione Zorzato ha anche annunciato che lunedì 2 febbraio si svolgerà a Villa Ottoboni a Padova una giornata dedicata a tutte le azioni dell’Agenda Digitale del Veneto come strumento di crescita, strutturata in modo molto operativo per essere utile a tutti i partecipanti.

La Regione – ha spiegato Zorzato – finanzia con 840 mila euro il progetto “Digital Angels” che consentirà agli imprenditori di rivolgersi alle quattro università venete, con le quali breve saranno sottoscritte specifiche convenzioni, per avere il nominativo di un laureando in discipline relative al mondo digitale. Si prevede l’inserimento nel corso del 2015 di almeno 420 universitari. Ogni studente farà uno stage di tre mesi in azienda, grazie ad un contributo regionale di 1500 euro, “contaminando” le imprese con le proprie competenze digitali e facendo contemporaneamente esperienza del mondo del lavoro.

“E’ un’opportunità che viene offerta alle PMI venete, spesso refrattarie alle innovazioni – ha concluso Zorzato – per aprirsi all’utilizzo degli strumenti informatici e a nuove prospettive di crescita. Sono già in corso i contatti con le associazioni di categoria per definire le modalità con cui individuare le aziende per l’inserimento dei giovani”. Gli studenti potranno aiutare, ad esempio, a gestire siti internet, a promuovere attività online, e-commerce, web marketing, comunicazione aziendale, a progettare e sviluppare applicazioni per smartphone, tablet, web e social media.

This entry was posted in Regione del Veneto and tagged , , . Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>