A Padova presentato il bando sul Cloud Computing

I relatori alla presentazione del bando

I relatori alla presentazione del bando

In una sala gremita di imprenditori che hanno seguito con attenzione ed interesse gli interventi del vicepresidente della Regione Veneto Marino Zorzato e i tecnici della Direzione Sistemi Informativi della Regione, si è svolto a Padova il convegno sul tema del bando sul cloud computing e le opportunità per le imprese informatiche venete.
E’ stata l’occasione per un confronto costruttivo sulle possibilità di finanziamento di progetti di software house per servizi sul cloud computing rivolti alle piccole e micro imprese venete.
Il cloud computing è un sistema per permettere alle imprese di condividere in rete i servizi informatici e quindi di essere aggiornate con i software in commercio e competitive a costi ridotti rispetto al normale acquisto delle licenze.
In quest’ottica la Regione del Veneto ha disegnato una strategia che si è tradotta nella programmazione economica a sostegno del sistema regione sia pubblico che privato che parte da molto lontano.
Si è iniziato con le misure dei precedenti DOCUP che finanziavano interventi per il potenziamento e lo sviluppo delle imprese ed in particolare i fondi per la ricerca e l’innovazione.
In particolare nel nuovo Programma Operativo Regionale Competitività e Occupazione 2007-2013 è stato dedicato un intero asse alla ricerca e all’innovazione stilato secondo i dettami europei del Regolamento 800 del 2008 in materia di innovazione.
La Regione è attenta al tipo di innovazione, adattabile a seconda del tipo di azienda. C’è l’innovazione in senso assoluto che significa brevetti o scoperte scientifiche e l’innovazione relativa, quella che per gli altri è consolidata, ma per un piccolo imprenditore è un miglioramento di competitività.
Non si finanziano solamente i progetti o i prodotti che sono una novità assoluta per il mercato, sebbene siano veri e propri tesori il sistema produttivo veneto, ma si riconosce che un processo consolidato può essere un’autentica innovazione per una piccola e media impresa ed è giusto finanziare anche questo tipo di interventi.
La Regione del Veneto sostiene il rinnovamento e la competitività, seguendo un fil rouge che mira al rinnovamento non solo tecnologico delle nostre imprese ma anche gestionale.
Per la prima volta non ci si è fermati alla mera innovazione di processo o prodotto, ma sono stati anche finanziati i progetti di riorganizzazione aziendale, perché l’innovazione a volte arriva anche con una miglior gestione dei flussi di lavoro.
Nel pubblico la Regione del Veneto ha iniziato dal 2002 finanziando progetti a regia regionale all’interno delle Azioni Innovative finanziate da fondi FESR che avevano lo scopo di accelerare lo sviluppo e la diffusione dei servizi on line nel Veneto. I progetti finanziati avevano il comune denominatore di avvicinare alle modalità online i cittadini, le imprese, gli enti e le pubbliche amministrazioni
In quest’ambito ben si inserisce il bando presentato a Padova che finanza i servizi di cloud computing rivolti alle piccole e micro imprese. Questa linea di finanziamento, prima in Italia, da un lato rinnova le imprese dal punto di vista tecnologico e organizzativo, dall’altra porta una notevole diminuzione di costi, tagliando di fatto tutte le spese dovute all’acquisizione delle licenze dei software e dotando anche le più piccole unità di server ed infrastrutture web sempre più potenti ed efficienti.
Il cloud computing permette di mettere le risorse a disposizione delle PMI, tenendo conto dell’evidente eterogeneità delle implementazioni. Questa specificità è adattissima al nostro sistema economico che vanta una gran numero di piccole imprese ognuna diversa dall’altra.
Grazie al cloud computing, le aziende hanno costi ridotti e maggiore flessibilità. Non devono installare, settare, dismettere sofisticati apparecchi o costose licenze.
L’hardware e il software necessari possono aumentare o diminuire semplicemente con un cambio di contratto. E’ importante rilevare la possibile personalizzazione dei servizi, che consente agli utenti di configurarli secondo le proprie esigenze, con l’ulteriore vantaggio di usufruirne in piena libertà per soddisfare i criteri di versatilità e produttività.
Non occorre più acquistare infrastrutture indispensabili quando se ne ha la necessità, ma con il rischio che in un secondo momento (ad esempio per un calo di produzione) restino inutilizzate.
Attraverso la tecnologia del cloud computing la rottura di un pc in azienda non interrompe più il flusso di lavoro. Basterà connettersi ad internet con un qualsiasi altro pc per essere nuovamente operativi.
Ogni imprenditore può continuare ad utilizzare i propri strumenti di connessione, avendo a disposizione una banda larga ed un browser per accedere ad informazioni, dati ed applicazioni.
Il cloud computing è la tecnologia per le piccole e medie imprese venete che hanno bisogno di aprirsi al mondo attraverso Internet, stando attente ai costi e con esigenze varie e diverse. Le Regione del Veneto crede molto nel cloud e sosterrà le imprese che vi usufruiranno.
F.M.

This entry was posted in Bandi regionali, Regione del Veneto and tagged , , . Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>