Energia. La Regione del Veneto partecipa il 25 marzo all’evento “Ora della Terra”. Marcato: “Aderiamo spegnendo le luci per un’ora”

Anche quest’anno la giunta regionale, su proposta dell’assessore all’energia e allo sviluppo economico Roberto Marcato, aderisce all’evento internazionale “Ora della Terra” (Earth Hour), giunto alla sua undicesima edizione. L’iniziativa è nata in Australia su impulso del WWF con obiettivo di sensibilizzare la popolazione sulla necessità di mettere in atto comportamenti per un utilizzo più attento e responsabile dell’energia e politiche di mitigazione dei cambiamenti climatici di riduzione delle emissioni di gas serra e dell’inquinamento luminoso.

“Basta in un gesto semplice ma visibile – sottolinea Marcato – come quello di spegnere la luce per un’ora, dalle 20.30 alle 21.30, attraverso tutti i fusi orari, dal Pacifico alle coste atlantiche, nel giorno stabilito ossia il 25 marzo 2017. Ha un forte valore simbolico finalizzato a focalizzare l’attenzione sul tema dei cambiamenti climatici e dell’uso razionale dell’energia”.

Il messaggio che caratterizza questa undicesima edizione valorizza il ruolo centrale delle persone e vuole unire tutti in una comune volontà di dare al mondo un futuro sostenibile affrontando la sfida del cambiamento climatico. La giunta regionale parteciperà quindi all’iniziativa “Ora della Terra” con lo spegnimento delle luci delle proprie sedi ubicate nel centro storico di Venezia e in altri immobili di proprietà regionale: Villa Contarini di Piazzola sul Brenta e Mastio Federiciano sul colle della Rocca di Monselice.

“Il tema di cambiamenti climatici – conclude Marcato – è una sfida globale che riguarda tutto il pianeta e richiede l’impegno e l’attenzione di tutti: imprese, enti locali, sindacati, organizzazioni, singoli cittadini. L’amministrazione regionale favorirà la massima diffusione dell’iniziativa anche presso i propri enti strumentali”.

 

 

This entry was posted in Regione del Veneto and tagged , , , . Bookmark the permalink.