L’Alimentare del futuro nasce tra il Veneto e l’Alta Austria

Come sviluppare e affrontare le sfide del settore alimentare con un occhio alle tecnologie “smart”? Nell’ambito del progetto S3-4AlpClusters, alcuni rappresentanti dell’Alta Austria e del Veneto si sono incontrati a Venezia per affrontare il tema del “Smart Food Ecosystem” focalizzandosi sulla sicurezza, qualità e tracciabilità lungo la catena del valore alimentare. La Regione del Veneto e Veneto Innovazione, assieme ai partner di progetto Biz-Up, hanno incontrato alcuni esperti veneti e austriaci dell’alimentare e della meccatronica.

A Venezia presso il Palazzo della Regione i rappresentanti veneti e austriaci del progetto europeo S3-4AlpClusters hanno organizzato un incontro tecnico per far confrontare i rispettivi esperti e possibilmente far nascere alcune iniziative congiunte sul tema sicurezza, qualità e tracciabilità del sistema agroalimentare smart.

Il progetto S3-4AlpClusters infatti, fa parte del Programma Interreg Spazio Alpino e si pone l’obiettivo di ottimizzare le strategie di specializzazione intelligente (le cosiddette S3) attraverso iniziative implementate da distretti e reti innovative regionali, considerati strumenti perfetti perché ponte tra le esigenze delle imprese e le scelte strategiche dei decisori politici.

La Regione del Veneto, Veneto Innovazione e l’agenzia austriaca Biz-Up, che insieme partecipano a S3-4AlpClusters, hanno quindi coinvolto i distretti dell’alimentare e della meccatronica dell’Alta Austria e le reti innovative regionali venete RIBES Nest (Rete Innovativa per l’ecosistema Salute e l’Alimentazione Smart) e Improvenet (ICT for Smart Manufacturing Processes).
Sebbene Veneto e Alta Austria siano due regioni piuttosto diverse tra loro, ci sono infatti alcune similitudini che le legano, come ad esempio il comparto dell’agroalimentare e quello della meccatronica parimenti importanti in entrambe le regioni e parte delle relative strategie di specializzazione intelligente.

Durante le due giornate si sono succedute sessioni di brainstorming che hanno puntato a combinare, attraverso un approccio multidisciplinare, le competenze venete ed austriache in ambito di automazione industriale, meccatronica ed ICT con le necessità dell’ecosistema dell’industria agroalimentare. Il risultato è un portafoglio di iniziative che potranno essere gestite in collaborazione tra Veneto e Alta Austria, che vanno dalla creazione di app per l’educazione alimentare, allo sviluppo di packaging smart in grado di monitorare la tracciabilità dei prodotti, ad iniziative infine di sensibilizzazione del comparto agroalimentare sulle tematiche della digitalizzazione e dell’industria 4.0.

Lo scopo di questa fase pilota con distretti e reti innovative regionali è la creazione di una serie di servizi per facilitare lo sviluppo innovativo dei distretti e la creazione di nuove catene del valore presenti nell’area dello Spazio Alpino.

This entry was posted in Progetti Europei and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.